TECAR:

STIMOLA LA PRODUZIONE DI CALORE INTERNA AL CORPO PER L’AUTOGUARIGIONE

Dott. Maurizio Radi – Fisioterapista e Osteopata

CHE COS’E’ LA TECARTERAPIA ?

La Tecarterapia, nota più comunemente come Tecar (Trasferimento Energetico capacitivo e resistivo), è una terapia innovativa particolarmente usata negli ultimi anni in quanto ha ottenuto importanti risultati nella risoluzione di dolori, derivanti da stati infiammatori su articolazioni, muscoli e colonna vertebrale.

QUANDO E’ CONSIGLIATO L’USO DELLA TECAR ?

La Tecar è consigliata per intervenire su patologie articolari e muscolari, traumi, tendinopatie, patologie dei nervi, dolori acuti o cronici. Tutto questo è possibile grazie ad una macchina complessa, che genera un campo magnetico ad alta frequenza. La macchina è collegata a una piastra metallica che va passata da un esperto sulla parte su cui è necessario intervenire.

La Tecarterapia è consigliabile, nello specifico, in caso di:

  • Lesioni ai muscoli;
  • Lesioni ai tendini;
  • Lesioni legamentose;
  • Stiramenti e strappi muscolari;
  • Distorsioni;
  • Edemi
  • Tendiniti;
  • Borsiti;
  • Traumi
  • Cervicalgie;
  • Lombalgie e lombo-sciatalgie;
  • Lesioni del menisco;
  • Algie;
  • Fascite plantare;
  • Pubalgia;
  • Fase riabilitativa dopo intervento chirurgico.

COME FUNZIONA LA TECARTERAPIA ?

La strumentazione che si usa con la Tecar funziona attraverso il principio del condensatore ed è in grado di incrementare la vasodilatazione nella parte su cui si interviene. Così facendo vi è un più alto afflusso di sangue e aumento della temperatura dall’interno. Ciò comporta che il corpo è aiutato e stimolato ad autoguarirsi autonomamente. Parliamo, in altre parole, di una termoterapia endogena cioè di un trattamento che si fonda sul calore. La peculiarità della Tecar risiede nel fatto che il macchinario è capace di stimolare la produzione di calore interna del corpo.

 

DIVERSE LE PROBLEMATICHE, DIVERSE LE MODALITA’ DI SUO DELLA TECAR

Con la Tecarterapia si può intervenire in due modi diversi: in modalità capacitiva o resistiva.

Il primo caso è indicato per problemi ai tessuti molli come i muscoli ma anche ai tessuti connettivi, ai vasi sanguigni e linfatici. Nel secondo caso parliamo di problematiche più profonde o che interessano tessuti più duri come ossa, cartilagini o articolazioni. Sovente, comunque, mentre si effettua un trattamento è ricorrente che si usino alternativamente ambedue le modalità.

La differenza sostanziale fra la Tecarterapia e le altre tecniche, in cui si interviene con il calore, risiede nel fatto che il calore è generato direttamente all’internodel tessuto e non portato dall’esterno verso l’interno.

PERCHE’ SCEGLIERE LA TECARTERAPIA ?

La Tecar è utile per velocizzare significativamente il decorso di rigenerazione naturale dell’organismo con particolare riferimento alle riparazioni cellulari. Altresì, è in grado di alleviare il dolore con il vantaggio di accelerare il recupero dal trauma o dalla problematica che ha interessato il corpo.

La Tecarterapia è particolarmente efficace nel trattamento di problemi a colonna vertebrale, piedi e mani, spalle, caviglie, ginocchia o anca e nella riabilitazione degli sportivi attraverso i suoi risultati decisamente rapidi.

TECAR : QUANTE SEDUTE ?

Una seduta di Tecarterapia generalmente può durare sino a trenta minuti e può essere necessario, in base alla parte su cui si deve intervenire e alla situazione acuta o cronica, effettuare un ciclo di cinque – dieci trattamenti. È possibile accorgersi dei risultati già dal primo trattamento.

Una seduta di Tecarterapia si effettua in questo modo: il paziente si sdraia su un lettino dopo aver tolto i vestiti nella zona che sarà interessata dal trattamento. A questo punto il terapeuta porta sul punto del corpo, oggetto di intervento della Tecar, una sostanza gelatinosa sulla quale metterà la piastra mobile attaccata alla macchina per la Tecarterapia e comincerà il massaggio. Si sentirà immediatamente un gran calore. Alla conclusione del trattamento la sostanza di cui sopra si pulisce con della carta.

ESISTONO CONTROINDICAZIONI ?

La Tecarterapia è una metodo sicuro, non invasivo e idoneo per tutti, considerando che non presenta particolari controindicazioni. La Tecar non è consigliata solo alle donne in stato interessante e alle persone che portano pacemaker, ad eccezione delle situazioni in cui non sia lo stesso medico curante, dopo un’attenta analisi dei rischi, ad indicarla come trattamento da utilizzare.